“Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar”

Ieri ho avuto l’opportunità di vedere al cinema il quinto capitolo di una delle saghe cinematografiche più amate degli ultimi quindici anni. 8815dea8a3fa19e484d708af2907f485.jpg

Prodotto da Jerry Bruckheimer, alla regia troviamo gli inseparabili, Joachim Ronning e Espen Sandberg. Per la musica non è presente Hans Zimmer ma Geoff Zanelli, che ricalcando le note del maestro, non mi è per niente dispiaciuto!

Il mio commento a caldo è stato sicuramente positivo, anche se mi è sembrato più una chiusura per i capitoli precedenti che un film assestante per dare un incipit a nuove storie.

Questo capitolo come gli altri narra le vicende di Jack Sparrow, il nostro pirata di fiducia interpretato da Jhonny Depp, che questa volta dovrà attraversare l’oceano per scappare da Salazar, interpretato da Javier Barben, e la sua ciurma di non morti.

Tra gli attori secondari di questo capitolo ci sono, Kaya Scodelario che prende il ruolo dell’astronoma figlia di Barbossa e Brenton Thwaites il figlio di Elisabeth Swan e Will Turner. Purtroppo ritroviamo per l’ultima volta Geoffrey Rush, che personalmente ho adorato fin dal primo film, nel personaggio di Barbossa.

Il personaggio di Salazar l’ho apprezzato anche se mi sarebbe piaciuto vedere un nemico umano e non con qualche maledizione che deformasse il suo aspetto e gli conferisse poteri sovrannaturali, ma è stato sufficentemente caratterizzato da non sembrare un copia di Davy Jones.

Nel complesso la comicità e il carattere della saga sono rimaste invariate come qualità da attribuire a questa pellicola. Con qualche scena forse un pò troppo cartonizzata ma che è riuscita come al solito a strappare un sorriso.

A voi è piaciuto questo quinto capitolo? Cosa ne pensate di Salazar?

Come sempre spero che questo articolo vi sia piaciuto, a presto.

G