La Sessione Estiva

Si arriva sempre a questo periodo dell’anno in cui inizia il caldo, il panico e le abbuffate di dolci, ed è LA SESSIONE ESTIVA!!!!

In questo articolo non parleremo in particolare delle sessioni universitarie, perchè ci sono altri tipi di esami che stroncano gli stomaci di ragazzi e ragazze come l’esame di terza media e la maturità. Ve ne parlo perché anche la mia sorellina sta affrontando un periodo di esami, in cui ringhia a chiunque le si avvicini. Quindi penso che questi consigli siano utilizzabili da chiunque!

Io non sono una dietologa o una salutista ma penso di avere un minimo di esperienza, dopo tre anni di accademia, sulla sopravvivenza a questi periodi infami.

La prima cosa fondamentale secondo me è il riposo!

Per avere il cervello fresco in cui immagazzinare informazioni il riposo è essenziale ma, se lo stress non ve lo permette come vorreste, prendete la sfilza di appunti e libri e buttatevi all’aria aperta con un bel bicchiere di acqua o di tè fresco.

ggugk.jpg

Io di solito quando mi sveglio mi do una rinfrescata dal torpore del sonno con dell’acqua fresca, prendo il mio computer con gli appunti e mi fiondo sul tavolo in giardino da cui non mi muovo finché non arriva il caldo torrido che ti impedisce pure di respirare. E non sto esagerando!

Dopo il riposo un’altra cosa importante è l’alimentazione e l’idratazione.

Non sfogate la vostra depressione sui dolci! I dolci sono accettabili se dovete recuperare velocemente le forze. Ma ci sono alimenti decisamente migliori per recuperare energie o liquidi. Fidatevi se vi dico che una bella macedonia è ottima in questo caso!

19265092_1608854895792295_1130244602_n.jpg

Anche la verdura aiuta! Per esempio, qualche giorno fa mia madre è andata dal contadino e ha portato un vagonata di verdure con cui abbiamo fatto un minestrone fresco e devo ammettere che mi ha aiutata a concentrarmi.

Per chi non riesce ad essere uno stacanovista il modo migliore è prendersi del tempo da passare con gli amici e il/la proprio/a fidanzato/fidanzata. Dopo aver organizzato la settimana per uno studio intensivo il mio weekend è dedicato allo svago, ora come ora i miei amici stanno studiando come me e sono tumulati in casa, quindi passo il fine settimana sola soletta con la mia dolce metà.

feafea.jpg

Un consiglio che mi sento di darvi, specialmente per i maniaci del controllo, è di farvi una lista del da farsi! Io di solito ho un casino in testa. Perdo la concezione del tempo, mi scordo pezzi di vita, e ho notato che facendomi una piccola lista o mappa, che mentalmente non riesco a fare, mi aiuto molto.

E come ultima dritta, non vi lasciate intimidire dalla mole di studio che avete, se vi prenderete cura del vostro corpo e rispetterete la tabella di marcia facendo piccole pause ce la farete!

Se ce la faccio io!

Anche voi siete in sessione? Come affrontate questo periodo?

Come sempre spero che questo articolo vi sia piaciuto, a presto.

G.

La sessione d’esame!!!!

La vita di uno studente universitario o accademico è una vita piena di : sveglie alle prime luci dell’alba, corse per prendere l’autobus e lezioni interminabili. Ma a un certo punto arriva il momento più temuto dallo studente cioè, LA SESSIONE D’ESAME!!!!

Quel momento è arrivato, di nuovo, pure per me. Ormai sono quasi tre anni che affronto la temibile sessione d’esame, ma ogni volta è un trauma, e non sto esagerando!!!!

Quindi mi rimbocco le maniche e mi carico di santa pazienza, ma non sempre basta per reggere la tensione che spesso ci fa svalvolare, quindi datemi la libertà di consigliarvi qualche piccola dritta, che mi ha salvata in più di un’occasione!

Innanzitutto partiamo da una cosa fondamentale, il riposo! Personalmente non ripasserei mai fino a tardi perché, per come sono fatta io, nemmeno 18 tazzine di caffè potrebbero riportarmi in vita da una notte in bianco. Quindi vi consiglio di riposare come minimo 8 ore a notte, se siete come me e volete sopravvivere!

Un’altra cosa molto importante è senza dubbio, far respirare il cervello! Non serve a molto chiedersi in cameretta a studiare fino al giorno dell’esame perché a un certo punto il vostro cervello, schiacciato dalla multitudine di informazioni di qualsiasi genere, da un libro di 500 pagine di fisica a uno di 170 di regie teatrali “Ciao presente!”, vi implorerà in ginocchio di fare una pausa. Quindi ogni tanto prendete un pò di aria fresca!

Un’altra cosa molto cosa importante è “cosa ve magnate”. Io personalmente non mi prefiggo una dieta da ripsettare in questo periodo, più che altro ogni tanto mangio quello che so che potrebbe aiutarmi nella concentrazione. Un esempio è una tazza di tè ben zuccherata per non addormentarvi sopra i libri il pomeriggio, oppure anche soltanto una bottiglia d’acqua e un pò di frutta sempre con voi. Comunque in linea di massima io boccerei i dolci, ma se proprio non riuscite a resistere al grande potere della Nutella, una piadina ogni tanto non fa male a nessuno. Non vi preoccupate, sarà un nostro piccolo segreto!

E voi che dritte usate durenate una sessione d’esame?

Come sempre spero che questo articolo vi sia piaciuto, a presto.
G.